Come Pesci sugli Albeririga

Come Pesci sugli Alberi è un progetto che affronta i temi dell’apprendimento e della didattica inclusiva, con focus sulla dislessia.
Il 21 novembre 2015 ad Alba si è tenuto un importante convegno rivolto ad insegnanti, genitori e operatori sanitari e nei primi mesi del 2016 si sono susseguiti dei laboratori di formazione rivolti agli insegnanti delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di Alba.
Il convegno si è aperto con un video messaggio del famoso cantante Mika, che ha esordito dicendo che: “L’idea della normalità è un’illusione totale, la normalità non esiste”.
L’evento è stato organizzato con uno spirito nuovo, cercando di mettere insieme tutti i punti di vista e far collaborare le competenze clinico scientifiche, didattiche e pedagogiche. Il titolo è ispirato alla bellissima frase di Albert Einstein, che dice: «Ognuno è un genio.
Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido», che descrive lo stato d’animo di un bambino dislessico a scuola: un pesce appeso al ramo di un albero.
I relatori sono stati il luminare italiano Giacomo Stella, ordinario di psicologia clinica all'Università di Modena e Reggio Emilia; la Professoressa Maria Luisa Gorno Tempini del Dyslexia Center dell'Università di San Francisco, che ha mostrato le risonanze magnetiche fatte al cervello del velista Giovanni Soldini, noto dislessico; il celebre scrittore Alessandro Baricco, che ha raccontato il privilegio di insegnare alle "intelligenze mancine"; Camillo Bortolato, l’inventore del metodo analogico intuitivo e Lilia Teruggi, titolare del dipartimento di scienze umane dell’università Bicocca di Milano.
Oltre a scienziati ed esperti di didattica c’è stata anche la testimonianza del velista Giovanni Soldini per comunicare che la dislessia non è una patologia “invalidante” e che la vita di una persona non è compromessa dalla sua presenza, anzi, il contrario.
Giovanni Soldini è una persona coinvolgente, che ha imparato a convivere con la sua dislessia.
Tutto ciò che la Fondazione Miroglio fa è connotato da una specifica attenzione alla qualità degli spazi e degli ambienti, dai quali si rileva sempre la ricerca di un’ estetica che veicoli il senso profondo delle iniziative.
La grande sala del convegno è stata allestita con grandi alberi di tessuto, su cui la stamperia Miroglio di Govone ha stampato le frasi più significative sulle difficoltà scolastiche, tratte da libri Diario di scuola e Come un romanzo di Daniel Pennac e di altri autori, in molti casi dislessici che sono diventati famosi.
Daniel Pennac ha anche introdotto un bellissimo video di interviste a ragazzi e adulti dislessici.
Per sensibilizzare gli insegnanti a un modello di didattica più collaborativa e inclusiva (cooperative learning, flipped classroom, peer education) sono stati organizzati dei corsi di formazione, tenuti da docenti altamente qualificati, quali la professoressa Paola Palladino, Maria Angela Berton, Laura Della Valle, Angelica Zedda, Ilaria Ryolo, Mariangela Musso, Laura Landi e Pier Cesare Rivoltella.

É possibile seguire tutta la diretta del convegno sul sito www.comepescisuglialberi.it.